Lettori fissi

domenica 24 giugno 2012

VERSO LA STELLA MICHELIN: SOUFFLE' AL FORMAGGIO

buongiorno a tutti,
oggi inauguro la mia nuova rubrica di cucina.
cuoche del web tremate!  Svelerò i miei segreti per un ottima riuscita del piatto, indicherò le dosi esatte (non le solite ricettucole tipo "prendete un pò di ricotta"), quant'è un pò? Ci vuole precisione!

ok, si parte:

ingredienti per il soufflè al formaggio:

  1. - un uomo disponibile a fare da cavia e che vi dirà comunque "tesoro... è squisito".
  2. uno stampo della capacità di 1,5 litri e 20 cm di diametro.
  3. 1/4 di litro di latte intero, fresco per favore.
  4. 40 gr di farina.
  5. 400 gr uova intere (6 circa, vanno pesate).
  6. 20 gr di burro per lo stampo.
  7. 200 cl panna fresca liquida.
  8. 50 gr burro.
  9. 100 gr gruviera grattuggiato.
  10. sale, pepe, paprika.

Preparate la bechamel: con latte, panna, farina ed i 50 gr di burro,  frullate bene gli ingredienti prima di metterli sul fuoco per evitare che si formino grumi.




separare i rossi dalle chiare. PRIMO TRUCCO PER LA BUONA RIUSCITA DEL SOUFFLE': LA DIFFERENZA CHIARE/ROSSI DEV'ESSERE SEMPRE DI UN ROSSO IN MENO, QUALUNQUE SIA IL NUMERO DELLE UOVA RISULTANTE DAL PESO.

Il rosso che avanza non si butta: dopo aver mangiato questa delizia vostro marito vi salterà addosso. Dopo qualche ora di sesso sfrenato, gli preparate uno zabajone e via che si ricomincia.

togliete dal fuoco la bechamel ed aggiungete, a caldo, il gruviera grattuggiato, sale, pepe e paprika.

fatela raffreddare ed aggiungeteci i rossi d'uovo ben sbattuti e con un pizzico di sale.
per ultimo le chiare montate a neve ben ferma.


unire i bianchi al composto con un cucchiaio di legno od una lecchiera: non mescolando, ma alzando il composto, movimento rotatorio dal basso verso l'alto. questa operazione dev'essere fatta velocemente ma delicatamente altrimenti i bianchi perdono l'aria che hanno incorporato durante la montatura.

imburrate il recipiente per il soufflè.
versate il composto che DEVE ARRIVARE AD UN CENTIMETRO DAL BORDO.
porre il soufflè in forno caldo a 180° per 20 minuti, trascorso questo tempo, portate il forno a 220° e fate cuocere per altri 20 minuti.



NON APRITE MAI IL FORNO DURANTE LA COTTURA, ALTRIMENTI IL SOUFFLE' SI SIEDE.

nel frattempo apparecchiate la tavola con amore: semplice e chic



servite immediatamente nello stesso recipiente


accompagnato da una buona Bonarda e ricordatevi che i veri buongustai non bevono mai acqua durante il pasto.

qualunque altra ricetta di soufflè, per esempio al gorgonzola, viene perfettamente applicando queste regole e, principalmente, facendo attenzione alla dimensione dello stampo, ai tempi di cottura. ed alla differenza rossi d'uovo e chiare, dimenticavo: le uova vanno tolte dal frigo un paio d'ore prima di adoperarle.

fatemi sapere se vi è venuto buono.

un abbraccio
Franci

















venerdì 22 giugno 2012

UN DUE TRE STELLA..........................

top terminato :)





ho scelto un bordo azzurro polvere dalla collezione "my favourite things" di  Anni Downs ed un retro da sballo: una stoffa blu piena di casette.

per chi si prendesse la briga di ingrandire la foto e, una a caso come la Vigni, mi chiedesse "FRANCIIIIII COME HAI FATTO IL SASHING????????????", rispondo: alla moda della Franci, come viene viene".
OK? :)

ho finito Leanne's House, il quilt along che facciamo sull'altro blog:


ad ottobre cominciamo un quilt stupendo: "THE GINGHAM GIRLS"  di Bronwyn Hayes, prevedo che ci divertiremo molto, considerato soprattutto il tema del quilt: babbioncelle che amano il patch e le stoffine.

un abbraccio
Franci


martedì 19 giugno 2012


buongiorno a tutti!

vi piace la mia nuova canotta fucsia e verde smeraldo? a me tantissimo. l'ho presa in un negozietto di una spiaggia di St. Tropez: Key West.
una vacanza di quattro giorni meravigliosa con sole e mistrale, risultato: mi sono ustionata anche il dorso delle mani. avevo troppa voglia di sole e mare dopo tre anni di astinenza.


la spiaggia di Tahiti




l'ardito all'ombra con protezione 20 e maglietta sul piede, il sole fa male!?!!?!!!!



la spiaggia di Key West


questo pareo mi chiamava, naturalmente non ho resistito




sabato sulla via del ritorno, la vegetazione della Costa Azzurra è meravigliosa


non sta sorridendo, sia mai, è solo concentrato sulla scelta della strada


l'Esterel con le sue rocce rosse, dal vivo sono veramente rosse perchè piene di ferro.


ultima sosta in Costa Azzurra per il pranzo alla spiaggia di St. Barth, carina da matti. ho mangiato un'insalata mista così composta: salmone affumicato, foglie verdi tenere tenere, avocado, fragole e panna acida, un piattazzo così, da rifare.


a presto!!!!!!!!!!!!!!!!

un abbraccio
Franci











sabato 9 giugno 2012

UN DUE TRE STELLA... SUPER PROGRESSI

sono a 33 stelle, me ne mancano 3!


questa non è certo la disposizione definitiva, ho approfittato del fatto che i micini dormivano, fra pochi minuti verranno a correrci sopra ed a mettere tutto per aria.

buona domenica a tutti
un abbraccio grande
Franci

martedì 5 giugno 2012

è giunta l'ora del xmas estivo

è il mio momento per avere lavoretti in ballo, troppi come sempre, il tavolo da lavoro stracarico di stoffe, quelle per le stelle, quelle per quello e quello per questo e quelle per quello che non vedo l'ora di cominciare... ma non tutto natalizio, sia bene chiaro chiarissimo.

ora ho anche delle stoffine M E R A V I G L I O S E ed adattissime per poter aspirare ad un quilt di Kelly.

i quiltarelli natalizi bisogna cominciare a prepararli adesso.
io adoro Anni Downs, i suoi quilt, le sue stoffe. Ad oggi  ha disegnato  solo due collezioni  per Henry Glass, ma fido molto sul fatto che vedremo due volte all'anno le sue nuove creazioni.
intanto è uscito da pochissimo il suo nuovo libro: "the simple life".





la bandiera americana non è stata abbandonata. Lei ed io abbiamo avuto un gran colpo di fortuna: Mastra Vigni si è offerta di trapuntarmela a mano!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
e di riportarmela a Milano in agosto quando lei e la KAK  verranno a trovarmi.
si prospetta un altro VAFFENQUILT, sarà uno spettacolo. io vorrei farne adirittura due....

per stasera solo cose natalizie in show:


the gift quilt di bronwyn hayes, ho DOVUTO fare 3 pezzi, è troppo bello e non vedevo l'ora di cominciarlo.
questo angelo con una Baguette di Fendi in mano è una libidine:


e la signora in giro per shopping natalizio.... che voglia... ancora dobbiamo far passare il caldo ed io già mi sogno il buio alle 5 del pomeriggio, il freddo di Milano, la mia bella città con i tram vestiti a festa....
devo avere tanta pazienza.



nel blog dello stitch along mi chiedevano come ho potuto MAI!!! fare un buco in questo panello di Anni Downs



ma è presto spiegato: ne ho presi due :)
uno resta intero e verrà trapuntato, pannellato ed appeso.

del secondo vi faccio vedere cosa ne vorrei fare:




ecco la seconda collezione di Anni, una piccola parte, ho preso due fat quarter bundle con colori diversi:


non sono tutte. quanto mi piacciono  i log cabin con le figurine del pannello e le stoffine natalizie, così chic, così, come potrei dire, così non spudoratamente natalizie, quelle che mi danno ai nervi e che una volta mi piacevano tanto.

il buco nel pannello, ecco cosa ho combinato:


stiamo facendo a christmas story. in un blocco c'era un coso tondo con stelle applicate, ho preferito tagliare questo tondo dal pannello.


questo è il pezzo di un altro blocco

non mi ricordo se vi ho già fatto vedere gli altri pezzetti che sto cucendo, sai che faccio, li riposto.





a questo punto si impone una domanda.
vi ricordate quando Carrie Bradshaw subisce uno scippo?
le rubano un paio di scarpe di Manolo.
ed una borse.
"MA QUELLA E' UNA BAGUETTE!!!"
tra l'altro un pezzo unico con tutte le cannette viola, un'opera d'arte.

conoscete le baguette?

negli anni ne ho raccolta qualcuna e penso che vorrei farvele vedere al + presto, spero ve ne innamorerete a prima vista.

a presto
un abbraccio grande
Franci























sabato 2 giugno 2012

un altro articolo, non di Livio :)

ho trovato questo bellissimo articolo.

 

Ecco il moralismo di Stato: divieti su fumo e Coca Cola

Il diktat dei proibizionisti: alle industrie del tabacco vietato parlare con i governi E il sindaco di New York mette fuorilegge le bibite maxi. Torna il puritanesimo

di -