Lettori fissi

domenica 29 gennaio 2012

iTALIA BATTE GERMANIA

Fino adesso, la vittoria sulla Germania di cui noi italiani andavamo più orgogliosi era ilo famoso 4-3 ai campionati mondiali di calcio del 1970. Adesso li abbiamo battuti anche in giornalismo. Der Spiegel ha preso spunto dalla tragedia della Costa Concordia per cercare di umiliarci, traendo dall'imprudenza e codardia del comandante Schettino la conclusione che gli italiani sono una "non razza di codardi".




"CROCIERA VERSO LA CATASTROFE
PROTOCOLLO DI UN FALLIMENTO MORTALE"






 Il Giornale gli ha risposto che un popolo che aveva concepito l'Olocausto non poteva, proprio nel giorno della Memoria, lanciare accuse a nessuno "A noi Schettino, a voi Auschwitz" è stato il titolo che ha fatto il giro del mondo sulla rete. Una marea di lettori gli ha dato ragione. Chi ha detto che i tedeschi mostravano tutto il loro abissale cattivo gusto parlando di razza, chi ha ricordato che chi per due volte in un secolo aveva devastato l'Europa non aveva diritto di impartire lezioni a nessuno, chi si augurava che la lezione sarebbe servita per ridimensionare la nuova arroganza dei crucchi (fonte: "il Giornale").
Insomma, una figura di merda: risultato, Der Spiegel ha ritenuto più prudente ritirare la pagina incriminata da Facebook, per evitare altri insulti.
ITALIA - GERMANIA: QUATTRO A ZERO.

Franci

3 commenti:

  1. alla faccia di chi cancella i commenti: stasera ho cenato con Feltri.
    cosa dire di +?
    che vi rosischerete fino a che l'inferno non vi inghiotta.
    Ale, mi meraviglio di te.
    baci sempre
    Franci

    RispondiElimina
  2. avevo premura, i commenti che avevo fatto sono stati pubblicato 2 volte, volevo dire: soliti crucconispalma cacca. sempre col naso in su razza suprema,e noi indegni di pulirgli le scarpe.
    e quando vengono in Italia, dobbiamo pure parlare tedesco perchè non si abbassano di certo a parlare la tua lingua anche se vengono ogni anno a passare le ferie.
    mi dirai della cena.comunque ricordati che io non rosico mai, non e' nel mio carattere:) casomai solletichi la mia curiosita'. ;) adk ciao ciao

    RispondiElimina
  3. Eureka!!!! sono vissuta all'estero era il periodo di Tangentopoli e sapessi quante volte mi sono sentita umiliata!!!! Il nostro Paese,un tempo lontano,governava il mondo,ha portato cultura e civiltà...se lo ricordassimo spesso potremo,ancora una volta,essere i primi..ne abbiamo le capacità ..
    Bacio
    Bru

    RispondiElimina