Lettori fissi

domenica 9 maggio 2010

violazione copyright

io sono stufa marcia di vedere alle varie fiere stand pieni zeppi di copie non autorizzate di schemi americani, australiani.

li vendono senza avere la licenza, ma non solo, anche ad un prezzo maggiore rispetto all'originale.

e comunque nessuno mi vieta di denunciare direttamente i siti agli autori originali.

le italiane non sanno disegnare uno schifo di quilt, ma neanche un cesso, niente di niente.... ed allora cosa fanno?
delle fotocopie, mal fatte, mal rilegate, di schemi della halvorsen, delle australiane + famose e li vendono.
io chiedo sempre: "di chi è questo schema?"
"nostro!"

sono stufa di farmi prendere per il culo da straccione dell'ultima ora.
e dovreste esserlo anche voi che fate patch.
è ora di finirla.

il mondo di pezze a lecco vende on line uno schema, fatto da schifo,  di Nancy Halvorsen:
http://www.ilmondodipezze.com/pannelli-patchwork/pannello-ringraziamento.html

PER LA MODICA CIFRA DI 85 EURO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

IL LIBRO ORIGINALE COSTA 16 DOLLARI.

e poi vende questo pannello:

http://www.ilmondodipezze.com/pannelli-patchwork/giu-nella-valle.html

AL VANTAGGIOSISSIMO PREZZO DI 35 EURO, FORSE è UN KIT, IL CARTA MODELLO A 15 EURO.

preso da un cd: TOWN AND COUNTRY PATCHWORK di due bravissime canadesi, pieno zeppo di progetti stupendi, che costava 29 dollari, adesso è in svendita a 14 dollari.

a prescindere dai prezzi, questo negozio non è rivenditore ufficiale della Art to Heart, tanto meno della ELECTRIC QUILT COMPANY.

io conosco un solo termine per definire tutto questo: FURTO.

6 commenti:

  1. Quello che dici è verissimo.....hanno una faccia di tolla pazzesca....... non li compro mai, anzi se mi capita gli dico con aria ironica "..ma guarda che coincidenza è la fotocopia sputata dello schema xy"....normalmente con falso sorrisino isterico mi fulminano con gli occhi....ahahah

    RispondiElimina
  2. MAI comperato un quilt o schema italiano, gli schemi li disegno da sola, prendendo qualche spunto e riadattando ai miei gusti, mentre i cartamodelli li compero originali ( molto meno costosi ).
    Però è capitato anche a me, la mia mamma, dopo essere stata in fiera a Vicenza, mi ha mostrato entusiasta delle cose inguardabili !! ( manco fotocopie, ma una sorta di "ripasso " con mano tremolante !!!)
    Ho sgridato mammina, e fatto una bella ramanzina !!
    Sonia & ..

    RispondiElimina
  3. uno schema italiano non esiste!

    mi va bene che vendano quelli stranieri, ma solo se sono rivenditori ufficiali di....
    e siccome sono stufa di farmi pigliare per il naso, scrivo alle autrici degli schemi copiati e mando il link delle ladre.
    faccio la delatrice! brutto a dirsi?
    pazienza.
    e se lo faceste voi tutte, sarebbe una gran bella cosa.
    franci

    RispondiElimina
  4. Salve a tutte, anch'io in una fiera ho comperato parecchi schemi e li ho pagati cari, erano buste sigillate, con all'esterno la foto dell'appliqué.
    Quando li ho aperti a casa erano come quelli della mamma di Sonia : schizzi tremolanti fotocopiati all'inverosimile tanto da essere sbiaditi e in alcuni punti il disegno fuoriusciva persino dal foglio e te lo dovevi "aggiungere".
    Purtroppo qui non ci sono molti posti dove vendono schemi, compero le riviste e quando faccio una grossa comanda via internet faccio scorta.
    Buona giornata a tutte
    Leyla

    RispondiElimina
  5. ciao leyla,
    non conosci il nome dell'autrice vera?
    ti ricordi da chi hai comperato lo "schema"?
    se mi fai vedere la foto, è abbastanza probabile che lo riconosca.

    RispondiElimina
  6. Cavoli, il kit delle casette l'ho comprato anche io il primo anno che mi sono avvicinata al patchwork se non ricordo male ad un Hobby Show. Ho preso una bella fregatura...

    RispondiElimina