Lettori fissi

domenica 20 febbraio 2011

c'è un altro motivo per cui mi piacciono gli australiani

arrivano i barconi con gli emigranti?
in australia fanno uscire le navi da guerra che sparano, non fanno finta.

vuoi vedere che in pochi giorni tutta 'sta massa di merde ci pensa prima di sbarcare a lampedusa?

dove li mettiamo?
ve lo dico io dove:
NEL BUCO DEL CULO DEI BUONISTI CHE SI SCANDALIZZANO A LEGGERMI.
PRENDETEVELI A CASA VOSTRA, DATEGLI DA MANGIARE, DA DORMIRE, NON DA LAVORARE.  NON FATELI ANDARE IN GIRO A RUBARE, A STUPRARE, A COMPORTARSI DA MERDE QUALI SONO, AD IMPORTUNARE E SPAVENTARE, CI SONO DEI QUARTIERI DI MILANO   INFREQUENTABILI, ANDATE DI GIORNO A FARVI UN GIRO IN VIALE MONZA ED IN VIA PADOVA, C'E' DA AVERE PAURA ANCHE IN MACCHINA CON LE PORTIERE CHIUSE.

IO RIVOGLIO IL MIO PAESE! CAZZO E STRACAZZO!


NE HO PIENI I COGLIONI, VEDRETE QUANTI NE ARRIVANO ANCORA NEI PROSSIMI GIORNI.
GIA' SIAMO NOI UN PAESE DI STRACCIONI CON UN DEBITO PUBBLICO VERGOGNOSO........

AVANTI C'è POSTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

E CHI PAGA???????????????????????????

ED I ROM?
SONO CITTADINI ITALIANI ED EUROPEI, MA PERCHE' NON SI CERCANO UNA CASA, UN LAVORO E NON PAGANO LE TASSE INVECE DI VIVERE DI FURTI?







30 commenti:

  1. io ti venero.sai quale è la cosa bella? CHE l'89% della gente la pensa così ma non ha il coraggio di parlare chiaro o fare qualcosa per paura di essere tacciata di razzismo.Io non mi nascondo dietro un dito.ma lo sai QUANTO costano alla comunità tutti questi personaggi?E lo sai QUANTI soldi costano alla comunità una famiglia media di extracomunitari tra sussidi,agevolazioni,corsi di alfabetizzazioni (nelle scuole), mensa gratis(occhio a non sbagliare e dare carne di maiale che rischi il linciaggio dai genitori!!), asilo gratis (con madri a casa che se la grattano...)etc etc etc.Mi fermo qui perchè non o voglia di incavolarmi la domenica sera.E devi vedere l'arroganza quando fai notare qualcosa a scuola..per loro avere i pidocchi non è un problema..ma vaffanc..in pakistan non sarà un problema, qui in Italia lo è!!E poi sarebbe ora che iniziassero a lavarsi e lavare anche i loro figli,io non sono una perfettina, spesso mi impatacco quando mangio e sudo anche io ma con tutta la mia buona volontà a certe persone NON riesco a stare vicina, mi viene il vomito.E calcola che vivo pure con un cane, ma ti giuro su quello che vuoi, che non puzza così..Scusa Fra, probabilmente scatenerò una rissa nel tuo post,ma ormai ho esaurito tutta la pazienza.

    RispondiElimina
  2. evvvaiiiiiii Alessia!!!!!!!!!!!!!!!!

    pensi che non lo sappia quanti ne hanno pieni i maroni di questa situazione, ma si tace...... non bisogna passare per razzisti.

    io sono razzista e non me ne vergogno.

    Bloggina, vediamo se qualcuno commenta e cosa.
    grazie Ale.
    un abbraccio
    franci

    RispondiElimina
  3. scusa dimenticavo:noi il ticket lo paghiamo, loro no, quindi se per sfiga ti succede qualcosa e ci vai una volta trovi i pronto soccorsi intasati da loro (e comunque paghi lo stesso).Io ho una bambina pakistana che continua ad essere mandata a scuola con una specie di pustola purolenta di sangue (ti giuro non si guarda) grande una falange, sul labbro.A parte che si è già rotta una volta e ha allagato di sangue il banco, io non so neanche se sia contagiosa.E sai perchè non l'hanno ancora tolta?Perchè per non pagare un medico quando ancora era piccola, hanno aspettato l'appuntamento con la mutua,sono passati due mesi ,adesso è enorme e prima o poi me lo sento riscoppia.Spero solo quando non mi è vicino.Mi dispiace ma io NON sono una infermiera, NON sono un medico quindi credo di avere il diritto di lavorare in un ambiente dove ci sia un minimo di salvaguardia.Ma perchè devo sopportare queste situazioni?Ma il buon senso di far curare TUA figlia?E il buon senso di mettere al mondo il numero giusto di figli che si è in grado di curare, allevare ed educare?Vale come sopra, non voglio incazzarmi più del dovuto..

    RispondiElimina
  4. io lavoro con molte persone extracomunitarie (non a diretto contatto, li vedo quando passano per l'ufficio), posso dire che come gli italiani ci sono quelli che hanno voglia di lavorare e quelli che non ne hanno.. o ne hanno finchè non passano il periodo di prova... su questo non siamo diversi. La cosa che molte persone non sanno (io vedo le loro buste paga e i loro 730) è che loro hanno la possibilità di mettere a carico famigliari come noi, anche se questi famigliari non abitano qui ma abitano al loro paese. parlo non solo di moglie + figli, ma anche di fratelli, mamma papà... è consentito mettere a carico famigliari fino a non so che grado di parentela. quindi noi, stato idiota italiano, gli permettiamo di avere detrazioni per persone che non potremo mai sapere se a casa loro si mantengono da sole o no, intanto sono a carico di quello che è venuto in italia a lavorare. se i famigliari abitano in italia è ancora peggio, perchè lavora uno ma ci sono minimo moglie e altri 2/3/4 figli ad usufruire di scuola, sanità, servizi e chi più ne ha più ne metta. se calcoli che quello che lavora ha tutta sta gente a carico alla fine della fiera stai certa che praticamente a causa delle detrazioni lui le tasse quasi non le paga ma tutti usufruiscono dei servizi statali. A quelli che ci dicono che abbiamo bisogno degli extracomunitari se no il nostro paese non va avanti io dico: un cazzo! il vero problema è che nessun italiano si abbassa più a fare certi lavori, nemmeno con sta crisi, nemmeno se non trova lavoro da un anno.
    quando è ora dei 730 tutti corrono a mettere i famigliari a carico se non lo fanno durante l'anno con la busta paga, sapete che significa? che ricevono rimborsi irpef di anche 3000 euro! nelle aziende con molti extracomunitari che hanno rimborsi del genere non si è in grado di darli tutti il primo mese (non puoi rimborsare più irpef di quello che devi versare tal mese) quindi si riproporziona per tutti. ciò significa che il povero disgraziato italiano che aspetta il suo rimborso irpef da 200 euro per campare un po' meglio, lo riceve in 3 o 4 rate, come manco averlo.
    io abito in un paese della cintura urbana, ma in alcune zone di padova quando vai ad iscrivere tuo figlio all'asilo non trovi posto perchè hanno più diritto loro, e sei costretto a pagare per mandarlo agli asili non comunali. ma quando li facciamo noi i figli se già dalla gravidanza devi pagarti tutte le ecografice perchè se le fai con la mutua te le prenotano quando è già nato il bambino? se dobbiamo già mettere in preventivo che dovrai anche pagarti un asilo privato e probabilmente avrai bisogno anche del nido?
    mi sto chiedendo anch'io dove ce li mettiamo tutti sti arrivi... e poi è inutile che chiediamo soldi all'europa, i soldi se arrivano vedrai che come al solito ce li mangiamo e non abbiamo ancora risolto il problema, sarebbe più utile anzichè soldi, chiedere che queste persone se le prendano anche gli altri paesi. Non ci siamo ancora resi conto che noi siamo un paese di merda e non riusciamo a sostenerci neanche noi, con quale coraggio vogliamo aiutare gli altri?
    io non ero razzista ma lo sto diventando, sono gli eventi che mi portano ad esserlo, non la cattiveria.

    RispondiElimina
  5. Bene Tati, questo non lo sapevo:adesso sono definitivamente incazzata!E l'Italia si sta scervellando per Berlusconi che va a puttane???!!! Ma vergognamoci, ma cominciamo a mettere a posto ingiustizie del genere!!TU mantieni SOLO moglie e figli e poi calcolando la spesa pro capite DEL TUO PAESE dove risiedono, non qui!Ci sono poi i nostri anziani che dopo una vita di lavoro fanno la fame.Vergognatevi politici, vergognatevi di questo, tutti, dal primo all'ultimo!Non me ne frega niente con chi ve la spassate (se pagate di tasca vostra), trans,zoccole,gay, fate quello che vi pare, ma finitela di prenderci in giro e fare pagare A NOI che lavoriamo e che siamo a casa nostra, le mancanze di chi arriva qui e pretende.Sì,sono decisamente arrabbiata.

    RispondiElimina
  6. Non voglio fare la buonista, pero' tati, tu hai parlato perchè non sei dalla parte di chi ha bisogno e precisamente alla frase "A quelli che ci dicono che abbiamo bisogno degli extracomunitari se no il nostro paese non va avanti io dico: un cazzo! il vero problema è che nessun italiano si abbassa più a fare certi lavori, nemmeno con sta crisi, nemmeno se non trova lavoro da un anno".
    Quindi ti chiedo : se tu fossi in quella situazione, come mi ci son trovata io, ad aver bisogno di qualc'uno che ti aiuti nell'assistenza di un'anziano, o di un ammalato grave, piuttosto che di un aiuto domestico o se tu dovessi mandare avanti un'azienda ed hai bisogno di personale per andare avanti...e non trovi altro, oppure se l'italiano pretende quel che non puoi dare, come faresti?...
    E per puoi, intendo oltre il limite non so' da voi, ma qui per esempio, per pulitirti i vetri una italiana ti chiede 12 euro così come per stirare, per le pulizie ne vuole 10, per assisterti un ammalato di notte in ospedale te ne chiede 100....rapporta la cosa allo stipendio di un operaio normale.....ad una famiglia normale...
    Risolvimi questo.....anto

    RispondiElimina
  7. Non possiamo sempre imputare agli altri ciò che è colpa nostra.
    Abbiamo abbandonato la vita di comunità, presi sempre più dal privato familiare.Fino a poco tempo fà vivevamo in gruppo: là dove non c'erano parenti vicino ( intendo la vita di corte) c'era il condominio, la frazione ecc.
    Restiamo chiusi nelle nostre case, davanti alla tv, piuttosto che al pc. Usciamo e ci chiudiamo in una scatola di latta per scendere fronte il punto di arrivo, per rinchiuderci in un altro posto. Quanti di noi conoscono i propri vicini, e non parlo del buon giorno e buona sera...???
    Abbiamo abbandonato spazi che erano nostri, altri ora li occupano e ce ne lamentiamo?...
    Pretendiamo l'integrazione, ma il più delle volte siamo noi a non integrarli. Ci siam fatti prendere dalla frenesia del voler di più ( legittima aspirazione)ma in questa corsa ci siam chiusi nel nostro privato, trascurando la vita comunitaria che, in passato ha sostenuto la famiglia.... mai pensato a questo?... vero, nelle metropoli la cosa è cominciata decenni fà, ma almeno nella provincia si manteneva...ora invece anche lì si è gettata la spugna.....anto

    RispondiElimina
  8. La Svizzera passa per razzista perchè abbiamo delle leggi severe per gli stranieri anche se...gli abusi ci sono anche da noi!!Se capitano furti, rapine, risse spesso è coinvolto un extra comunitario.
    Vi capisco avete tutta la mia solidarietà!

    RispondiElimina
  9. non capisco una cosa:
    ora che finalmente nei loro paesi le cose stanno cambiando, invece di restare e cambiare vengono qui? ma chi sta arrivando? se muoiono di fame, come fanno a spendere 5mila euro per un "passaggio" nel barcone? e c'è chi rimandato a casa ci riprova!!
    E' vero, ci sono lavori che gli italiani non vogliono più fare, ma non sono certo questi "clandestini" che sopperiranno alla cosa, andranno semplicemente ad ingrassare le baraccopoli di cartone che nascono fuori città, per poi abbandonare i figli di notte .."si sono allontanati a comperare cibo" hanno detto, ma chi va al supermercato alle 23.30 della sera ??? si, al "supermercato" nelle case della gente per bene.
    La manovalanza per un infermiera o una tata è cara ?? l' italiano a ragione vuole essere messo in regola, e allora dei 10 euro ora che guadagna gliene restano 5 in tasca!! e se vogliamo una visita medica la dobbiamo pagare, perchè sta gente "intasa" gli ospedali, io ho dovuto togliere mia figlia dalla mensa scolastica, perchè per i musulmani c' era la pasta in bianco, per lei, intollerante ad alcuni vegetali e oli NO !! e pagavo pure i buoni pasto a costo pieno perchè ho un attività con partita iva ( per chi ha p.iva non guardano il reddito, paghi e basta !!)
    ..e una sera, rientrando a casa, me li son trovata dentro casa, 3 rom, con una spranga di ferro, ero sola, con una figlia di 11 anni accanto...vi lascio immaginare il terrore..se avessi avuto un arma , l' avrei usata!
    .. il razzismo è un altra cosa..

    Sapete che vi dico, AMMIRO GLI AUSTRALIANI !!

    RispondiElimina
  10. Non sono così agguerrita come voi, comunque ti do pienamente ragione, anche perchè saranno povera gente, e se son giunti qui, un motivo ci sarà.
    L'unico neo, è che son convinti che qui riusciranno a trovare il benessere, mentre invece non siamo messi proprio bene.
    Tra l'altro, paghiamo tasse su tasse, ticket e cazzate varie, mentre chiunque altro è poi agevolato.
    Sentivo il discorso giorni fa, dopo la tragedia dei tre fratellini rom a Roma, fatto dal sindaco. Diceva di sistemare i rom.
    Scusate, ma sistemateli pure...al loro paese!
    Purtroppo, non riesco a non essere razzista.
    Non mi fanno una bella impressione, e ho avuto anche degli episodi spiacevoli con loro.
    Prima di sistemare questa gente, date casa agli italiani che vivono in macchina!
    E se mai ritornassero al proprio paese...che si portassero anche la nostra classe politica con loro, così cambiamo aria...
    Hai coraggio, ti ammiro, brava.
    My lucky.

    RispondiElimina
  11. @la qualsiasi: sai, io non me la prendo con chi è qui e lavora, anzi, l'ho detto io stessa che siamo costretti ad avere loro perchè gli italiani certi lavori non li fanno più. ma con tutta la gente disoccupata che c'è, italiani e non, cosa ne facciamo di tutta questa gente? c'è lavoro per tutti? no, non ce n'è lavoro per tutti. io come ti dicevo lavoro in un posto dove la maggiornaza sono extracomunitari, non mi lamento di loro se fanno il loro lavoro, mi lamento perchè gli è stato consentito di portare qui tutta la famiglia e quindi da una cosa che può andare a nostro vantaggio (fanno lavori che noi non faremmo) diventa una cosa che a noi costa un sacco sia in soldi, che in possibilità per gli italiani (e parlo di meno servizi per noi, o tempi di attesa più lunghi). di tutta la gente che lavora da me tre quarti hanno fatto la domanda di rincongiungimento famigliare: io mi chiedo un domani dove andremo, dove li mettiamo? ad un mio ipotetico figlio cosa insegneranno un domani a scuola? l'italiano? quando almeno i nostri figli dovrebbero già saperlo.
    Ripeto: quelli che sono già qui e che hanno il loro lavoro mi stanno bene, ma se siamo saturi basta! non ne devono arrivare più!
    lo so che non è giusto generalizzare, ti porto solo la mia esperienza. parli di integrazione.. ti dico la mia, solo due esempi. uno che lavora qui è pakistano e parla tutto sommato bene l'italiano, è qui con la famiglia: moglie + 3 figli piccoli, in età da asilo/primi anni delle elementari. è passato di qui con la bambina e lui con lei non parla italiano, gli abbiamo chiesto perchè non parla italiano a casa, ma loro non vogliono, questa bambina quando andrà a scuola sarà un ostacolo per i figli nostri. non possono pretendere l'integrazione se non si impegnano almeno ad imparare la lingua! ci sono molti che quando al lavoro facciamo i corsi sulla 626 e via dicendo non capiscono nulla, bisognerebbe prendergli il traduttore, ma siamo impazziti? vieni qui e impari a parlare. a settembre ci siamo fatti il mazzo: ci siamo informati presso scuole per dei corsi di italiano, abbiamo scelto la scuola che costava meno (solo l'assicurazione: 30 euro), ci siamo andati a prendere i moduli, abbiamo compilato loro le iscrizioni e i bollettini, siamo andati a pagarglieli (recuperando i 30 euro tramite la busta paga), li abbiamo iscritti tutti e ci siamo informati per sapere in quali classi e in quali giorni sarebbero dovuti andare al corso ognuno di loro. a oggi quanti di loro pensate che frequentino ancora? se tutto va bene vanno ancora in 2 su 35 iscritti. non gliene frega niente di imparare l'italiano, noi dal canto nostro cosa dobbiamo fare? andarli a prendere a casa e portarli a scuola?

    RispondiElimina
  12. tati: quando ero alle elementari, appena alle porte di milano, in classe con me c'erano bambini calabresi, pugliesi e siciliani che nn sapevano una parola di italiano, eppure nonostante in prima elementare fossimo in 40 ( ti parlo dell'anno scolastico 66-67) siamo passati tutti in seconda e tutti allo stesso livello...e nn c'erano insegnanti di sostegno ( p.s. si son tutti diplomati poi e qualc'uno laureato).. in quinta elementare con mio figlio c'erano 3 nuovi arrivi, russi, nessun insegnante di sostegno eppure già a natale capivano e seguivano ne più ne meno degli altri.
    Certo come all'inizio per noi era difficile avere dialoghi, poi con il gioco ecc non ci son stati problemi...
    Anche ora mio figlio in prima media ha un compagno polacco, appena arrivato: i primi giorni tra loro c'erano delle difficoltà, ma già adesso sono state superate ed anche qui nessun sostegno, nessun corso di italiano a parte e nessun rallentamento nel programma..
    Parli di abbandono scolastico, bhè... non è che in Italia il problema non sia mai esistito.
    Dipende sempre dalle volontà dei singoli, così come nelle scuole dipende dalle capacità degli insegnanti.
    Ricongiungimento?...anche noi, i nostri emigranti hanno percorso questa strada, quando hanno potuto...e non parliamo solo che "qui è meglio".. anche affettivamente non è una situazione facile vivere lontani per lungo tempo...
    Io penso, che la cosa è da vedere da entrambi i fronti.
    Io i ladri li ho avuti 8 volte a casa, pure sorpresi in casa, e tutti italiani, ogni singola volta e l'ultima volta erano 4 ragazzi "bene" del luogo....
    Sorry: resto del parere che il buono e il cattivo, stà in ogni dove....alla fin fine si riduce sempre e solo al singolo.
    Anto ( nn la qualsiasi..la qualsiasi son tre persone distinte... hihihihi)

    RispondiElimina
  13. come ho scritto qui sopra so che non è giusto generalizzare, ho solo riportato la mia esperienza. mi fa piacere che la tua esperienza sia stata alla fine positiva, evidentemente le famiglie di questi ragazzini sanno cos'è l'integrazione e ci si sono impegnati. continuo a pensare però che se in una classe ci sono 7/8 o più bambini/ragazzi anche da paesi più lontani dove le lingue sono totalmente diverse (india, pachistan, cina etc..) le cui famiglie non parlano assolutamente italiano in casa e loro lo sentono solo ed unicamente a scuola, non penso che possa essere sempre una situazione poco problematica. sbaglierò ma la penso così, soprattutto parlo di quartieri dove la presenza di extracomunitari in classe supera a volte anche il 50%.
    per quanto riguarda l'ultima parte del tuo commento ti do pienamente ragione, anche noi abbiamo i delinquenti e gli assassini, appunto perchè ne abbiamo già di italiani non vedo nessun motivo per tirarcene dentro degli altri.

    RispondiElimina
  14. Bene intervengono.Adesso qualcuno mi spieghi PERCHE' il comune di X debba pagare un traduttore per i colloqui a scuola con i genitori.NO, non esiste.Se io vado in GERMANIA, mi faccio il mazzo quadro per imparare il tedesco e se non capisco qualcosa me ne prendo le mie responsabilità.Non mi dicono ..poverina sei italiana,ma dai ti scriviamo l'avviso in italiano, ma dai ti traduco io così eviti di pagare una multa.Poverina una beata minchia-per parafrasare!Ed è giusto così, sono io a casa loro e non viceversa.Per la cronaca, quelle merde di rom girano per le case lasciando segni sui cancelli o sui muri per indicare presenza di allarme o di cani.Anto,io al tuo posto sarei incavolata nera perchè TU e il TUO parente anziano avevate diritto ad un sostegno dallo STATO.E il sostegno economico ci sarebbe a iosa se si cominciasse a far girare quei barconi!!Lo sai che se io volessi andare ad abitare in Australia non mi prendono?A meno chè non abbia un titolo di studio utile e/o già un lavoro.Questo non chiama razzismo, questo si chiama SALVAGUARDARE INNANZITUTTO LA POPOLAZIONE AUSTRALIANA, evidentemente il loro primo ministro ci tiene davvero al benessere dei suoi concittadini.Questa a mio avviso è la più grande dimostrazione di cura per il proprio paese e gli abitanti.I nostri politici se ne fregano come stiamo,se abbiamo paura, se subiamo ingiustizie.E guarda che non sono così inviperita per me,ho un lavoro e mio marito anche, ma ci sono anziani disagiati,famiglie in difficoltà,disabili VERI che hanno bisogno.NON ESISTE CHE VENGANO USATE RISORSE per extracomunitari che vanno e vengono, fanno i loro,se ne sbattono delle leggi etc etc.NO, non lo accetterò mai.

    RispondiElimina
  15. ps.non ti pensare che i datori di lavoro ci godano ad assumere gli stranieri.Lo fanno per sopravvivere ma ti assicuro che i grattacapi che si devono sorbire non sono indifferenti, la maggior parte di loro non sa neanche cosa vuol dire lavorare sul serio.Poi ci sono i casi , rari come le mosche bianche..

    RispondiElimina
  16. FRANCYYYYYYYYY Fai un altro post di cucito!!!!!!!!!!!!!!davvero,mi bolle il sangue.

    RispondiElimina
  17. Sonia anch'io mi sono sempre chiesta come fanno a raccattare 5.000 € per venire qui, quando si lamentano di non avere nulla al loro paese.....ma sai cosa ci possono fare con tutti quei soldi a casa loro??? tante cose.

    Ma quello che mi schifa ancora di più è vedere che molti dei nostri pensionati fanno una fatica bestia per arrivare a fine mese, oppure come giustamente una di voi ha fatto notare, ci sono italiani che vivono in macchina o al limite della sopravvivenza.
    allora mi incazzo perchè prima di tutto devi garantire i servizi ed una vita decente ai tuoi cittadini ....poi agli altri. Non sta ne in cielo ne in terra far passare gli extracomunitari per canali preferenziali e lasciare nella merda i nostri. Purtroppo spesso e volentieri succede così.

    Sonia anch'io mi sono ritrovata, quando abitavo a milano, faccia a faccia con i rom in casa che stavano rubando. Sono riusciti a scappare, ma la cosa più assurda è stata la polizia che ci ha detto che era inutile chiamarli, perchè tanto, a spese nostre, i rom li avrebbero riportati al loro campo senza fargli nulla.........
    ehhh già altra cosa vergognosa in questo paese è l'assenza assoluta di una pena certa.
    sentivo l'altro giorno una povera mamma a cui hanno ammazzato la figlia, la sentenza è stata per l'assassino solo 5 anni, e vedrete che ne sconterà ancora meno.... questa possiamo chiamarla giustizia? assolutamente no
    tant'è che questa poveraccia ha detto che in italia la giustizia bisogna farsela da soli....e le do ragione.
    tutta questa gente fa i suoi porci comodi perchè tanto non sconterà nulla perchè a pagare è la gente onesta

    ammiro anch'io e tantissimo gli australiani, dovremmo far la stessa cosa pure noi...ma con i bigotti perbenisti e il vaticano in giro stiam freschi

    RispondiElimina
  18. mia cara vedo che molte sono stufe di questa situazione. Io sono convinta che ci marciano non solo i rom o gli extracomunitari ma anche molti italiani che per "seguire e accoglierli" hanno un lavoro pagato.
    Mi piace che a questo tuo post provocatorio abbiano risposto altre.
    Se hai tempo vai a leggere l'ultimo mio che mi sembrava non tanto provocatorio ma nessuno mi si fila !!
    Chissà perchè ??
    baci a Principino da Zoe e anche da me. Caty2

    RispondiElimina
  19. vi adoro!
    cathy ormai sembra, viste le pene che abbiamo qui, che uccidere una persona sia considerata una bravata, non un omicidio. altrimenti non si spiegano ste pene che fanno ridere...

    RispondiElimina
  20. il problema è a monte: per esempio la sanità...
    sentito domenica sera sul tre?...
    Come mai nel lazio c'è un buco pazzesco nella sanità, però, solo per i malati mentali mantengono ( sì in questo caso "mantengono" è la parola giusta..) 16 cliniche private, i cui proprietari se nn son primari nelle strutture pubbliche, minimo sono assessori di qui o di là direttamente o indirettamente? Quando a Trieste, la legge basaglia è stata applicata nel vero senso e nn ci sono cliniche private a tamponare la situazione statale? Senza contare che mentre nel Lazio i parenti si lamentano che in caso di bisogno per emergenze non ci son posti letto, mentre a TS nella struttura pubblica cee ne son pochi e spesso liberi, ma funziona perfettamente anche la domiciliare? e con molta minor spesa????
    Per quanto riguarda gli stranieri, prima qualc'uno ha accennato alla germania, però in germania quando arriva lo straniero trova scuole dove non solo viene insegnata il tedesco, ma anche le leggi principali..........noi stiamo solo ora istituendo i corsi di italiano... ( p.s. piccolo inciso: si parla tanto dell'invasione dei cinesi, ma mio padre si ricorda che già alla fine della guerra c'erano cinesi che vendevano le cravatte agli angoli delle strade in parecchie città, quindi son quasi 70 anni che si trascura il problema...)
    Io nn vivo in un isola felice, anzi, cose da sistemare ce ne sarebbero, sprechi ne fanno a go-go anche nel mio piccolo paesello ( non ultimo una marea di euro per un edificio che dovrebbe essere per la musica, nuovo di zecca, teoricamente completamente insonorizzato...non ancora innaugurato, non perchè nn completo...c'è tutto tutto....ma...ops...piccolo problema: all'interno si sento persino le chiacchere del vicino parcheggio...... per non parlare del Crematorio... ne abbiamo uno in regione, a trieste, e nel caso se serve, uno a venezia...sembra che nn sia sufficente, così invece di ampliare quello triestino ( ce ne sarebbe la possibilità, damblè ( o come cavolo se scrive) la giunta del mio comune ha colto al volo questa possibilità per farlo nella mia frazione. hanno fatto riunioni non per chiederci se eravamo d'accordo, ma solo per convincerci che nn ci saranno problemi alcuni, che è il posto ideale essendo a metà strada tra l'ospedale e la zona d'utenza....peccato che nn abbiano considerato che invece di regola le salme partano dagli ospedali, vadano nei loro paesi per il funerale e poi finiscono al crematorio.....quindi avremo un avanti e indietro...peccato che nn abbiano detto che sia a triestre che nel veneziano abbiano problemi di inquinamento, peccato che dalla mia finestra della sala ( e così come me molti altri..) avremo la visuale diretta su questo edificio ...
    dicono che schermeranno bene...bhè.. noi abbiamo i nostri dubbi dato che stiamo ancora aspettando la schermatura sullo scalo ferroviario che i nostri amministratori comunali vollero fortemente vollero 30 anni fà, che funziona già da anni....in compenso ci hanno ( le ffss) fatto un piccolo regalino...un piccolo parchetto vista cimitero.....
    Già perchè il comune coi soldi del risarcimento danni forniti dallo stato a seguito dell'accettazzione di questo colosso ( lo scalo...) pensò bene di investirli in un recupero di un cinema ( di un privato) adattandolo a centro polifunzionale....bhè il risultato è che di poli non c'è nulla... resta un pò di cinema...molto po'...visto che a meno di 20 minuti ci son dei veri centri poli-funzionali....

    RispondiElimina
  21. Dimenticavo... nel mio paese, abbiamo avuto un centro di raccolta che ha funzionato a più riprese dall'epoca della guerra in jugo...quindi, ne abbiam fatto le spese come popolazione ( siam solo or ora sui 13mila abitanti) ma ti parlo di una regione dove sul territorio, di suo, ha forti regionalismi...
    Siam tre in una già nel nome : Friulani, veneziani e giuliani....ma i friulani del nord nn è che vadano così d'accordo con quelli del sud ( nemmeno sulla lingua friulana) gli stessi nn van d'amore e d'accordo con i giuliani... che si suddividono poi in goriziani, bisiacchi e triestini, e che tutti insieme non son amorevoli con i veneziani... e che poi ci son le varie minoranze : dalle comunità slovene ai ladini e tant'altre... e ne lascio fuori tante altre... io è 37 anni che vivo qui eppure non son considerata friulana ma italianotta nei migliori dei casi, per il più la je une di là del piav o piavotta... ossia una che viene di là del piave....la mia comare è friulana, eppure dai locali è guardata strana e perchè? già...viene da Cividale, nativa di lì, origini di lì, è un'altra parte del friuli, non è della bassa friulana....và bhè...mi son dilungata e toccato vari temi...
    riassumendo: il problema non stà negli stranieri se da noi nulla funziona, dato che da noi molto non funziona a prescindere da essi...
    e spesso la colpa non stà ne a sinistra ne a destra, ma semplicemente negli uomini che eleggiamo dalle comunali in sù....
    e quando ci saranno le prossime elezioni, dimentichi di tutto, i più, verranno rieletti....e noi continueremo a dannarci con tutti i problemi.....

    RispondiElimina
  22. io lavoro al mare...il problema più grosso per noi "operatori turistici" è il personale.
    Da qualche anno siamo obbligati ad aprire in aprile (è noto a tutti che le spiagge del nord pullulano di turisti che non vedono l'ora di tuffarsi nell'acqua gelida...)
    Quando dico personale intendo personale generico,non andiamo tanto per il sottile,due braccia insomma,per un cervello siamo disposti a pagare di più...ma è merce rara...
    lo stipendio è buono,si offre l'alloggio e a volte anche il vitto,40 ore la settimana,giorno libero.
    ITALIANI che vengono a chiedere di lavorare?
    ZERO!!!nessuno vuole lavorare il sabato e la domenica,oramai sono tutti dottori avvocati ingegneri,fare il cameriere non esiste!!!piangono da santoro che sono disoccupati ma qua siamo costretti a fare noi dodici ore al giorno perchè non troviamo personale!!!
    E siccome in qualche modo dobbiamo aprire,noi non possiamo permetterci di essere razzisti...quindi ecco cosa offriamo ai nostri clienti che pagano fior di quattrini per venire in vacanza sulle nostre spiagge invece di andare in spagna o a Sharm: Egiziani che nel mese di agosto,piena stagione,vogliono rispettare il ramadan,albanesi che non vogliono fare il turno con i rumeni perchè li considerano inferiori(!),bangladesh che vivono in italia da dieci anni e mangiano solo riso al curry e si sente, eccome se si sente...
    ritmi di lavoro che ti fanno cadere le palle,italiano approssimativo,voglia di integrazione zero!
    non possiamo sapere dove hanno lavorato prima perchè qualcuno ha deciso che il libretto di lavoro violava la privacy,non possiamo conoscere le loro condizioni di salute perchè lo stesso qualcuno ha eliminato anche il libretto sanitario,però è obbligatorio il corso HCCP,costo 40 euro pagati dal titolare,dove ti insegnano che quando esci dal gabinetto ti devi lavare le mani e che non devi mettere la candeggina in frigo insieme all'acqua minerale...alla fine per questi che non leggono una parola in italiano,questionario a crocette, tutti che copiano o sparano a caso,tutti promossi e vorrei vedere con 40 euro...
    delle nostre leggi loro se ne fregano ma sanno tutto quando si tratta do ricavarci dei vantaggi...
    a noi ci tirano matti con ULSS, inps, inail,nas e finanze,a loro danno il permesso di soggiorno, la residenza in appartamenti dove vivono in quindici in due stanze,la disoccupazione,il ricongiungimento familiare, assegni familiari per 4-5 figli, per sedicenti genitori,
    zii,fratelli,che l'italia non l'hanno mai vista...
    Loro non pagano le tasse, a noi ci mettono all'asta la casa se ci dimentichiamo di pagare la SIAE.
    Loro ci vengono in italia,eccome,i 5000 euro li restituiscono a rate e stai sicura che quei debiti li pagano,l'affitto magari no,ma di noi non hanno paura...
    la colpa di tutto questo è nostra,che ci siamo messi nelle condizioni di aver bisogno di loro...e abbiamo votato gente,destra o sinistra non importa ,sono tutti uguali, che passa il tempo in televisione a discutere di garibaldi e l'unita d'italia,di ragazze che possono darla a tutti tranne che a silvio,di barconi che non possiamo respingere perchè anche i nostri nonni sono stati "migranti"....
    ha ragione Alessia,franci,fai un post di cucito,che qua va a finire che litighiamo anche tra noi...
    Sono LAURA Z.,posto da anonima,mi sono dimenticata di registrarmi,scusatemi!

    RispondiElimina
  23. non voglio essere ANONIMO,mi confondono con la Mimma o quell'altro,franci,fai qualcosaaaaa!!!!

    RispondiElimina
  24. sentite, mi sono stufata di sentire tutti i vostri casi singoli, tu Antonella/la qualsiasi ci stai raccontando tutta la tua vita: a me personalmente non me ne frega una minchia, sei sempre fuori tema.
    e basta con questa banalità che ci sono i buoni ed i cattivi dappertutto.
    albanesi, magrebini, libanesi, tunisini, rom, jugoslavi.... tutta gentaglia.
    lo stato non ci protegge, la moschea PER STRADA in viale jenner a milano MA SIAMO PAZZI???
    IO NON POSSO ENTRARE NELLE LORO MOSCHEE SE VADO IN MAROCCO (NON CI ANDRO' MAI PIU', UN POSTO PUZZOLENTE DI SPEZIE, DI SPORCO E PIENO DI GENTE CHE TI TOCCA CONTINUAMENTE. MI FANNO SCHIFO!!!!!!!!!!!
    questi vengono a CASA NOSTRA A FARE I PREPOTENTI.
    I LADRI, GLI STRUPRATORI, GLI ARROGANTI.
    ME NE SBATTO I COGLIONI SE SU MILLE CE N'E' UNO BRAVO, NON CI CREDO ALLA SUA BONTA'.
    NON VOGLIO I MUSULMANI, NON LI VOGLIO,NON LI VOGLIO, MI FANNO SCHIFO LORO E LA LORO RELIGIONE DI MERDA.
    IO RIVOGLIO IL MIO PAESE.
    SONO UNA RAZZISTA E NON ME NE VERGOGNO.

    RispondiElimina
  25. ti ho mai chiesto di vergognarti di un tuo pensiero? di un tuo convincimento? credo di averli sempre rispettati
    anto

    RispondiElimina
  26. nemmeno io.
    e non te lo chiederei mai.
    non ti sei accorta che ti sei messa a fare racconti kilometrici dei tuoi casi personali?
    sei andata fuori tema Anto, niente di +.

    RispondiElimina
  27. Avevo sentito a un tg che la comunità europea aveva comunicato al ministro Maroni la disponibilità di alcuni paesi di ospitare provvisoriamente tutti questi magredini che stanno sbargando in massa da noi.....
    ieri MI SONO INCAZZATA NERA
    contrordine...i diplomatici di questi paesi hanno comunicato che:
    ok gli aiuti economici all'italia per far fronte all'emergenza (che durerà per parecchio), ma assolutamente NO AL SMISTARE I MAGREDINI NEI PAESI EUROPEI, li deve tenere l'italia

    MA STIAMO SCHERZANDO, ma allora che cazzo ci stiamo a fare nella comunità europea
    il problema è di tutta l'europa
    hanno voluto la moneta unica per tutti?
    hanno voluto le leggi comunitarie per tutti?
    hanno voluto che ci piegassimi ai loro dictat?
    hanno voluto metterci in ginocchio con i loro giochetti l'economici?
    allora dovete distribuire in parti uguali anche il problema dei magredini

    ROBA DA MATTIIIIIIIIII

    RispondiElimina
  28. Ho lasciato un premio per te sul mio blog! Me l'ha girato Sonia, ke lo ha dato al blog dello stitch e io lo giro a te...baci vania

    RispondiElimina
  29. ...amen sorella,qualcuno che ha il coraggio di dire le cose come stanno.....

    RispondiElimina